𝓛𝓮 𝓭𝓸𝓶𝓪𝓷𝓭𝓮 𝓹𝓲ù 𝓰𝓮𝓽𝓽𝓸𝓷𝓪𝓽𝓮 𝓼𝓾𝓲 𝓷𝓾𝓸𝓿𝓲 𝓢𝓜𝓐𝓡𝓣 𝓖𝓔𝓛

Domande Smart: le nostre risposte sui nuovi gel

Ciao ragazze,

come avrete visto in questi giorni in casa Gamax sono arrivati tre nuovi gioiellini: gli SMART GEL.

Come ogni novità hanno suscitato molto interesse, purtroppo però non stiamo parlando del nuovo fidanzato di Giulia De Lellis su cui ognuno può dire la sua… un prodotto così delicato per essere usato ha bisogno di un metodo, che non può che essere quello Gamax.

 

Si può sigillare con Fast Universal Plus?

NO! Il Fast Universal Plus (art. 9062) lo usiamo per sigillare lavori in semipermanente.

Per le ricostruzioni in gel, doubly gel (acrygel), acrilico e in generale su ogni gel colorato usiamo per sigillare Diamond (art. 2082), Sealant (art. 2014) e il nuovo arrivato senza film di dispersione Shine Diamond (art. 2081).

Sono come il Flexyform?

Non sono mai per il paragone tra due prodotti, anche perché i fotoiniziatori di questo gel sono diversi da tutti gli altri presenti al momento nella nostra linea.

Vi posso però dire che sono gel molto filamentosi ma che comunque si riescono a gestire abbastanza bene, se proprio dovessi fare un paragone lo considererei un incrocio tra easygel e flexyform.

 Costano meno perché bruciano di più?

NO! Come vi dicevo il fattore prezzo è semplicemente dovuto alla scoperta di fotoiniziatori differenti. Non vi nego che possono bruciare, ma come sapete la percezione del calore dipende molto dalla conformazione dell’unghia della cliente e soprattutto dalla quantità di gel applicata. Ovviamente il clima esterno influisce, d’estate è normale che si possa avvertire maggiormente un senso di bruciore.

Sono migliori o peggiori degli altri?

Questa domanda è come chiedere ad una madre se ha un figlio preferito, ogni singolo prodotto a marchio Gamax è stato messo in commercio dopo mesi di test, sperimentazioni e prove.

Come uno stilista sceglie con cura il tessuto per le proprie creazioni così voi dovete fare per i gel, fondamenta del vostro lavoro. dovete trovare quello che si sposa perfettamente con la vostra manualità e che vi consente di lavorare al meglio.

Io sono sempre qui per ogni domanda o consiglio.

Un grande abbraccio,

Lory

𝐵𝓊𝑜𝓃𝒾 𝓅𝓇𝑜𝓅𝑜𝓈𝒾𝓉𝒾 2019

Anno nuovo e buoni propositi

Ciao ragazze,

avete già scritto la vostra lista dei buoni propositi per questo nuovo anno?

Io ho appena finito la mia, ve la lascio :p

  • Sorridere sempre… lasciare i miei piccoli problemi fuori dalla porta del negozio e dare alle mie clienti una sensazione di pace e serenità
  • Fare in modo che la manicure non sia un semplice trattamento ma una vera e propria esperienza, come? Per adesso ho trovato dei diffusori per ambienti davvero eccezionali che fanno sentire le mie clienti davvero a casa!
  • Pensare ogni tanto anche alle mie mani, almeno una volta a settimana trovare del tempo per concedermi un maniluvio e un pediluvio… un momento di dolce relax a mollo con i fantastici Sali dell’Himalaya!
  • Non smettere di formarmi, trovare del tempo libero o meglio lasciarmi del tempo libero per frequentare dei corsi… c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare!
  • Non perdere mai l’entusiasmo e fare ogni giorno sempre di più e sempre meglio!

Un abbraccio,

Lory

𝒯𝒾 𝓂𝒶𝓃𝑔𝒾 𝓁𝑒 𝓊𝓃𝑔𝒽𝒾𝑒? È 𝓉𝑒𝓂𝓅𝑜 𝒹𝒾 𝒹𝒾𝓇𝑒 𝒷𝒶𝓈𝓉𝒶!

onico

Un aiuto alle tue unghie morse

Quante volte ci capita di vedere persone che si portano le mani alla bocca per rosicchiarsi le unghie?

Questa mania ha un termine tecnico: onicofagia, può manifestarsi fin dall’infanzia e se non curato può protrarsi fino all’età adulta.

Oltre a rovinare l’aspetto delle mani, chi è affetto da questo vizio, rischia di trasportare alla bocca tutti i germi e batteri che si depositano sotto l’unghia.

Questa pratica aumenta nei periodi di nervosismo, stress e noia, essendo anche un modo per sfogare la propria rabbia. Una  persona che si mangia le unghie viene considerata timida e poco sicura di se.

Il comportamento dell’onicafago è compulsivo e inconscio, quando la pratica è acquisita diventa automatico portarsi le mani alla bocca.

A differenza degli uomini, le donne hanno un modo in più per eliminare questo problema: il ricorso all’onicotecnica!

Questa, infatti, può aiutarvi, l’importante è seguire alla lettera quello che vi suggerisce e frequentare  periodicamente il suo centro.

Ricorrendo all’onicotecnica le possibilità sono due:

  •  Ricostruzione delle unghie;
  •  Manicure periodica.

Con la ricostruzione delle unghie è possibile vedere fin da subito le proprie mani curate e le proprie unghie perfette, per le prime volte suggerisco di andare dall’onicotecnica una volta ogni dieci giorni, in modo da seguire i progressi più da vicino, questo finché l’unghia sotto non ha raggiunto una lunghezza accettabile, poi gli appuntamenti si possono spostare a ogni tre settimane. Trascorsi due mesi si può togliere la ricostruzione e vedere come sono le nostre unghie naturali, ovviamente la manicure è d’obbligo! Tuttavia il rischio di una ricaduta è molto alto, per scongiurarlo sarebbe opportuno applicare lo smalto semipermanente, cosi di certo quando d’istinto si portano le unghie alla bocca vedendole curate e colorate si è incentivati a fermarsi.

Se invece si opta per una manicure periodica, il centro di ricostruzione unghie va visitato una volta alla settimana. Inizialmente le unghie non avranno un bell’aspetto, tuttavia bisogna tenere duro e considerare la manicure come terapia, per vedere risultati bisogna essere pazienti.

Cosa fondamentale è la scelta del colore da dare delle unghie: utilizzare sempre tonalità scure, in questo modo il bisogno di rosicchiarle diminuisce perché il colore blocca la voglia di portarle alla bocca.

Con un po’ d’impegno il problema dell’onicofagia può essere eliminato.

Mani curate danno e fanno percepire una maggiore sicurezza di se, oltre a donare all’aspetto un tocco molto raffinato!

𝒮𝓅𝓇𝒾𝓃𝑔 𝐵𝑒𝒶𝓉

Collezione Alberta Ferretti PE 2012 Spring Beat by Nailartist Loredana Dello Preite È tempo di primavera! La stagione tanto attesa è finalmente arrivata, abbiamo chiuso l’inverno fuori dalla porta e si sente già il profumo dell’estate, il tempo più glamour dell’anno! Avete dato un’occhiata alle riviste di moda? Le collezioni primavera/estate 2012 dei più noti stilisti italiani e internazionali sono un’esplosione di colori e fantasie irresistibili! E allora mi sono lasciata ispirare dalla collezione di Alberta Ferretti che è un caldo richiamo ai colori della terra e del cielo: i suoi abiti trasudano energia, con nuances accesissime che si intersecano in linee decise e motivi geometrici fantasiosi. Come non riproporre queste fantasie anche nella decorazione delle nostre unghie? Ho scelto un abito che si rifà al giallo del sole primaverile con graffi di colore che vanno dal rosso al marrone all’azzurro al nero. Con il giusto mix di colore ed eleganza, il risultato finale è garantito e anche le nostre unghie saranno a prova di tendenza!