Due chiacchiere con Aleksandr Finko

Sono ormai più di dieci giorni che trascorro insieme a Alex Finko fiere, corsi di formazione interni e corsi per allieve esterni, siamo stati giorno e notte a lavorare, a confrontarci e a parlare del nostro mestiere.

Sono stati giorni molto impegnativi che però mi hanno riempita di soddisfazione.
Stare con un professionista come lui mi ha ispirato tanto e insieme, abbiamo tanti progetti tra campus, corsi, preparazione di gare e tanti altri che vi svelerò più avanti.
Ho pensato di condividere con voi questa esperienza e farvi conoscere meglio Aleksandr Finko perché sarà insieme a noi per quasi tutto il 2018 e speriamo oltre.

La sera dopo una lunga giornata di lavoro ho pensato a fargli qualche domanda per farvi capire meglio chi è Finko e come si è svolta la sua carriera. Di fronte a un bicchiere di vino e al nostro interprete (perché Finko ancora non parla bene l’italiano) questo è quello che mi ha raccontato in esclusiva per voi.

Loredana: come è iniziata la tua carriera in questo settore?

Alex: sono entrato in questa professione più di 14 anni fa. Mi ha spinto mia sorella, che è stata una delle prime a fare la ricostruzione delle unghie nella mia città. All’inizio, ho lavorato come segretario per un salone di bellezza e per molto tempo, osservando i maestri, mi sono interessato a questa professione. Nel 2003 ho concluso il corso per formatori in Russia e da questo momento è veramente iniziata la mia carriera.

Loredana: come si è sviluppata negli anni la tua carriera?

Alex: Per molti anni ho scritto articoli e ho fatto dei passo-passo per riviste specializzate e questo mi ha stimolato molto come docente. Nel insegnamento è molto importante trasmettere il più possibile, ma questo non è sempre facile. Mi piace spiegare tutto disegnando sulle schede. E mi sembra che funziona. Gli allievi mi capiscono, e questa è la cosa più importante! Molte volte imparo dai miei allievi!

Loredana: qual è stato il periodo più difficile della tua carriera e come l’hai superato?

Alex: È sempre difficile passare dal livello di un onicotecnico al livello dell’insegnante. Quando lavori in un centro hai dei clienti stabili e un reddito costante. L’attività didattica a questo punto è solo nella fase iniziale. Per diventare più conosciuto come insegnante, è necessario dedicare più tempo a questa area della nostra carriera e bisogna lavorare su più livelli: come formatore, come artista e molte volte partecipando alle gare. In questo momento sei anche più assente nel salone e con i vostri clienti.

Questo è il momento più difficile e quello in cui molti professionisti si arrendono non riuscendo a superare lo sconforto. In pratica non abbiamo sufficienti allievi né sufficienti clienti. Solo la persistenza e gli obiettivi molto chiari soprattutto per voi stessi vi aiutano a superare questo momento.

Loredana: quanto e come il settore professionale è cambiato da quando hai iniziato?

Alex: Nei ultimi 14 anni della mia attività professionale, sono avvenuti cambiamenti globali. Dalla ricostruzione delle unghie sulle Tip alla ricostruzione delle unghie arcuate sulle formine. Queste sono tecniche diverse e visioni diverse. All’inizio della mia carriera delle unghie artificiali erano molto lunghe e gli facevano con tutti i tipi di disegno possibile, ma oggi è di moda portare smalto semipermanente, meglio ancora se è monocolore, per sembrare più naturale possibile. Ma come la storia ci dimostra, tutto ciò che era una volta nel passato, attraverso il tempo diventa ancora di moda, solo in una nuova esibizione. Aspettiamo…

Loredana: quale consiglio dai ai più giovani?

Alex: Insegno in diversi paesi e vedo lo stesso problema ovunque. La formazione di base spesso non soddisfa le aspettative e per una persona che ambisce di diventare professionista rende tutto più difficile. Il mio consiglio è di scegliere una scuola professionale con docenti qualificati. Per fortuna alcune aziende riescono a capire questo, a guardare oltre al beneficio economico e proporre una formazione valida.

Ed eccoci qui, carini eh?!

20180316_105303

Un abbraccio,

Lory

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...