Come eseguire una ricostruzione unghie in gel perfetta?

Ciao a tutti!!

In questo nuovo articolo voglio parlare di come eseguire una ricostruzione unghie in gel PERFETTA.

Questo trattamento impegna all’onicotecnica 1h/1:30h ma concede anche una grande flessibilità per quanto riguarda i metodi di applicazione. Con il gel si possono infatti eseguire ricostruzioni e coperture. Si possono risolvere gravi problemi di onicofagia, si possono colorare e abbellire le unghie. Gli effetti finali possono dunque essere svariati, dipende tutto da come decidiamo di eseguire il trattamento e dalla necessità della cliente che ci si presenta nel nostro salone.

 

Il ritocco del gel di norma va effettuato ogni 4 settimane. Grazie al ritocco manteniamo la salute e l’estetica dell’unghia in condizioni ottimali, ritoccando appunto periodicamente i prodotti che assicurano l’efficacia di questo trattamento. ricostruzione-onicofagica

Quando il gel va a riparare un caso di onicofagia il ritocco andrà effettuato, invece, ogni due settimane. In questo caso l’unghia deve essere sottoposta a controlli più frequenti ed accurati per poter tornare nel suo stato ideale.

La ricostruzione unghie in gel non è un trattamento di per sé dannoso per la salute delle unghie. L’unico fattore di rischio deriva da come vengono utilizzate lime e punte di fresa.

Se infatti non ci si riesce a regolare è facile che i 3 strati di cheratina dell’unghia vengano danneggiati e il rischio maggiore è che si vada a toccare il letto ungueale che è ricco di vasi sanguigni e che provocherebbe molto dolore e diversi danni alla vostra cliente.

Le applicazioni del gel sono davvero variegate:

Tendenzialmente per unghie abbastanza lunghe consiglio alle mie clienti di optare per una copertura in gel. In questo modo l’unghia sarà più protetta e potrà crescere e rafforzarsi più facilmente.

Se le unghie della nostra cliente sono corte ma in buona salute consiglio di optare per un’allungamento in gel con formina. Nei miei articoli precedenti su come diventare un’onicotecnica perfetta ho dedicato una sezione solamente alla scelta della formine. Studiate la condizione dell’unghia della vostra cliente e dopodiché optate per la forma giusta.

onychophagy
Onicofagia

Giungiamo ora al caso più delicato: l’onicofagia. Se una cliente dovesse avere questo problema il gel è una soluzione molto valida.

In questo particolare caso eseguo una “doppia ricostruzione”. Inizio ricreando con il gel la parte dell’unghia mancante poi procedo con l’allungamento.

Consiglio anche di optare per un colour gel. La copertura con gel colorato è infatti terapeutica. Vedere le unghie in condizioni estetiche ottimali è per un’onicofaga un incentivo a non mangiarle più.

Questo è tutto quello che ho da consigliarvi per eseguire una ricostruzione unghie in gel perfetta in base alle esigenze della vostra cliente.

Nel prossimo articolo parleremo dell’acrilico e dei suoi vari impieghi.

Grazie e alla prossima 😉

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...